PNRR

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Perchè è importante?

Il PNRR fa parte del Recovery Plan, è coperto dai fondi della Next Generation UE, ed è il pacchetto di finanziamenti e riforme più ingente finora stanziato in Europa

Chi può beneficiarne?

Il piano di riforme coinvolge PMI, grandi aziende e PA; la riqualificazione e l’efficientamento degli edifici, dei borghi e delle periferie urbane, ha l’obiettivo di consegnare, alle prossime generazioni, un patrimonio immobiliare, culturale rigenerato e sostenibile

Saperne di più sul PNRR

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è il programma di riforme e investimenti, elaborato dall’Italia e varato dall’Unione Europea, che favorisce la ripartenza del Paese nel post pandemia da Covid-19; il PNRR si aggiunge al Fondo complementare ed al programma REACT EU, rappresentando un’occasione unica per la crescita economica e sociale dell’Italia.
Il PNRR prevede finanziamenti per un totale di 191,5 miliardi di euro, cui si aggiungono 30,6 miliardi di euro del Fondo complementare e 13 miliardi di euro del programma REACT EU per complessivi 235,1 miliardi di euro, da investire in progetti aggregati in sei Missioni, declinate su tre assi strategici (digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale) e suddivise in 16 Componenti.

M1 – DIGITILIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITA’, CULTURA E TURISMO

Sostiene la transizione digitale del Paese, nella modernizzazione della pubblica amministrazione, nelle infrastrutture di comunicazione e nel sistema produttivo. Ha l’obiettivo di garantire la copertura di tutto il territorio con reti a banda ultra – larga, migliorare la competitività delle filiere industriali, agevolare l’internalizzazione delle imprese. Investe, inoltre, sul rilancio di due settori che caratterizzano l’Italia: il turismo e la cultura.
Continua su: Italia Domani

M1. DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ, CULTURA E TURISMO PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M1C2 - DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE E SICUREZZA NELLA PA
9,75
0,00
1,40
11,15
M1C2 - DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ NEL SISTEMA PRODUTTIVO
23,89
0,80
5,88
30,57
M1C3 - TURISMO E CULTURA 4.0
6,68
0,00
1,46
8,13
Totale Missione 1
40,32
0,80
8,74
49,86

M2 – RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA

E’ volta a realizzare la transizione verde ed ecologica della società e dell’economia per rendere il sistema sostenibile e garantire la sua competitività. Comprende interventi per l’agricoltura sostenibile e per migliorare la capacità di gestione dei rifiuti; programmi di investimento e ricerca per le fonti di energia rinnovabili; investimenti per lo sviluppo delle principali filiere industriali della transizione ecologica e la mobilità sostenibile. Prevede, inoltre, azioni per l’efficientamento del patrimonio immobiliare pubblico e privato e iniziative per il contrasto al dissesto idrogeologico, per salvaguardare e promuovere la biodiversità del territorio, e per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento e la gestione sostenibile delle risorse idriche.
Continua su: Italia Domani

M2. RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M2C1 - AGRICOLTURA SOSTENIBILE ED ECONOMICA CIRCOLARE
5,27
0,50
1,20
6,97
M2C2 - TRANSIZIONE ENERGETICA E MOBILITÀ SOSTENIBILE
23,78
0,18
1,40
25,36
M2C3 - EFFICIENZA ENERGETICA E RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI
15,36
0,32
6,56
22,24
M2C4 - TUTELA DEL TERRITORIO E DELLA RISORSA IDRICA
15,06
0,31
0,00
15,37
Totale Missione 2
59,47
1,31
9,16
69,94

M3 – INFRASTRUTTURE PER UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE

Si pone l’obiettivo di rafforzare ed estendere l’alta velocità ferroviaria nazionale e potenziare la rete ferroviaria regionale, con particolare attenzione al Mezzogiorno. Potenzia i servizi di trasporto merci secondo una logica intermodale in relazione al sistema degli aeroporti. Promuove l’ottimizzazione e la digitalizzazione del traffico aereo. Punta a garantire l’iteroperabilità della piattaforma logistica nazionale (PNL) per rete dei porti.
Continua su: Italia Domani

M3. INFRASTUTTURE PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M3C1 - RETE FERROVIARIA AD ALTA VELOCITÀ/CAPACITÀ E STRADE SUCURE
24,77
0,00
3,20
27,97
M3C2 - INTERMODALITà E LOGISTICA INTEGRATA
0,63
0,00
2,86
3,49
Totale Missione 3
25,40
0,00
6,06
31,46

M4 – ISTRUZIONE E RICERCA

Punta a colmare le carenze strutturali, quantitative e qualitative, dell’offerta di servizi di istruzione nel nostro Paese, in tutto il ciclo formativo. Prevede l’aumento dell’offerta di posti negli asili nido, favorisce l’accesso all’università, rafforza gli strumenti di orientamento e riforma il reclutamento e la formazione degli insegnanti. Include anche un significativo rafforzamento dei sistemi di ricerca di base e applica nuovi strumenti per il trasferimento tecnologico, per innalzare il potenziale di crescita.
Continua su: Italia Domani

M4. ISTRUZIONE E RICERCA PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M4C1 - POTENZIAMENTO DELL'OFFERTA DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE: DAGLI ASILI NIDO ALLE UNIVERSITÀ
19,44
1,45
0,00
20,89
M4C2 - DALLA RICERCA ALL'IMPRESA
11,44
0,48
1,00
12,92
Totale Missione 4
30,88
1,93
1,00
33,81

M5 – INCLUSIONE E COESIONE

Investe nelle infrastrutture sociali, rafforza le politiche attive del lavoro e sostiene il sistema duale e l’imprenditoria femminile. Migliora il sistema di protezione per le situazioni di fragilità sociale ed economica, per le famiglie, per la genitorialità. Promuove inoltre il ruolo dello sport come fattore di inclusione. Un’attenzione specifica è riservata alla coesione territoriale, col rafforzamento delle Zone Economiche Speciali e la Strategia nazionale delle aree interne. Potenzia il Servizio Civile Universale e promuove il ruolo del terzo settore nelle politiche pubbliche.
Continua su: Italia Domani

M5. INCLUSIONE E COESIONE PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M5C1 - POLITICHE PER IL LAVORO
6,66
5,97
0,00
12,63
M5C2 - INFRASTRUTTURE SOCIAL, FAMIGLIE, COMUNITÀ E TERZO SETTORE
11,17
1,28
0,34
12,79
M5C3 - INTERVENTI SPECIALI PER LA COESIONE TERRITORIALE
1,98
0,00
2,43
4,41
Totale Missione 5
19,81
7,25
2,77
29,83

M6 – SALUTE

E’ focalizzata su due obiettivi: il rafforzamento della prevenzione e dell’assistenza sul territorio, con l’integrazione tra servizi sanitari e sociali e l’ammodernamento delle dotazioni tecnologiche del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Potenzia il Fascicolo Sanitario Elettronico e lo sviluppo della telemedicina. Sostiene le competenze tecniche, digitali e manageriali del personale del sistema sanitario, oltre a promuovere la ricerca scientifica in ambito biomedico e sanitario.
Continua su: Italia Domani

M6. SALUTE PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
M6C1 - RETI DI PROSSIMITÀ STRUTTURE E TELEMEDICINA PER L'ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE
7,00
1,50
0,50
9,00
M6C2 - INNOVAZIONE RICERCA E DIGITALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
8,63
0,21
2,39
11,23
Totale Missione 6
15,63
1,71
2,89
20,23
M6C1 - RETI DI PROSSIMITÀ STRUTTURE E TELEMEDICINA PER L'ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE PNRR (a) React EU (b) Fondo Complementare (c) Totale (d)=(a)+(b)+(c)
Totale
191,50
13,00
30,62
235,12

Le aree di attività di EDILENERGIA per il PNRR

EDILENERGIA contribuisce a questo importante programma di rilancio offrendo soluzioni di riqualificazione e di efficientamento del Patrimonio immobiliare italiano; sosteniamo PMI, grandi aziende e PA dalla fase di scouting delle opportunità alla fase realizzativa, passando per interventi progettuali ad alto valore ingegneristico ed innovativo.

RIQUALIFICAZIONE del PATRIMONIO IMMOBILIARE E DELLE PERIFERIE URBANE

Per un totale di 1,62 miliardi EDILENERGIA, opera all’interno degli stanziamenti dedicati alla rigenerazione e riqualificazione del patrimonio pubblico immobiliare e culturale intervenendo nella rimozione delle barriere fisiche e cognitive dei musei e nell’efficientamento e riqualificazione dei cinema, teatri, musei

Oltre gli stanziamenti previsti dalla programmazione nazionale aggiuntiva (PNC) pari a 1,45 Mld, il PNRR ha previsto 6,68 miliardi di euro per la Rigenerazione del Patrimonio culturale ed artistico, la Riqualificazione delle periferie urbane, la valorizzazione degli Asset della sostenibilità e l’accessibilità ai cosidetti “borghi minori”.

EDILENERGIA opera all’interno dei seguenti stanziamenti:

Patrimonio culturale per la prossima generazione

M1C3 – Investimento 1.2 – Rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi per consentire un più ampio accesso e partecipazione alla cultura – Stanziamenti previsti pari a 0,3 Mld

M1C3 – Investimento 1.3 – Migliorare l’efficienza energetica di cinema, teatri e musei – per i cinema la Direzione Generale Musei, per i teatri e cinema – Stanziamenti previsti pari a 0,3 Mld

Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale

M1C3 – Investimento 2.1 – Attrattività dei Borghi – Questa linea di intervento sostiene lo sviluppo turistico/culturale nelle aree rurali e periferiche, la valorizzazione del patrimonio storico, l’arte, la cultura e le tradizioni presenti nei piccoli centri italiani e nelle zone rurali – Stanziamenti previsti pari a 1,02 Mld

Figura ripresa dal documento Italia Domani – Stanziamenti PNRR nell’ambito della Riqualificazione del Patrimonio immobiliare e delle Periferie urbane – Messa in sicurezza

INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA

Per un totale di 15,36 miliardi EDILENERGIA opera all’interno degli stanziamenti previsti per la sostituzione e riqualificazione energetica degli edifici scolastici, nonché degli edifici giudiziari; inoltre ed in ottica di Eco e Sisma Bonus, operiamo per realizzare interventi di efficienza energetica e di messa in sicurezza degli edifici

La Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” intende migliorare la sostenibilità e la resilienza del sistema economico e assicurare una transizione ambientale equa e inclusiva. All’interno della Missione 2 la voce “Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici con i suoi 15,36 miliardi di euro di investimenti previsti assume una particolare importanza. Sono previsti corposi incentivi fiscali per incrementare l’efficienza energetica di edifici privati e pubblici. Le misure consentono la ristrutturazione di circa 50.000 edifici l’anno. Gli edifici italiani rappresentano più di un terzo dei consumi energetici del Paese e la maggior parte è stata realizzata prima dell’adozione dei criteri per il risparmio energetico e della relativa normativa. Le misure intercettano quindi una dimensione assai rilevante per la riduzione dei consumi e per l’abbattimento delle emissioni di CO2, significativa anche con riferimento all’esposizione al rischio sismico del nostro Paese. Ai suddetti stanziamenti messi in campo dal PNRR, vanno considerati i Fondi “addizionali” previsti dal Fondo Complementare Nazionale FNC (con 6,65 Mld di euro) e dal REACT – EU (con 0,32 Mld di euro).

EDILENERGIA opera all’interno dei seguenti stanziamenti:

Efficientamento degli Edifici Pubblici

M2C3 – Investimento 1.1 – Piano di sostituzione di edifici scolastici e di riqualificazione energetica – stanziamenti previsti pari a 0,8 Mld

M2C3 – Investimento 1.2 – Piano di sostituzione di edifici scolastici e di riqualificazione energetica: attuazione di un programma per migliorare l’efficienza e la sicurezza del patrimonio edilizio delle cittadelle giudiziarie – stanziamenti previsti pari a 0,41 Mld

Questa linea attua un programma per migliorare l’efficienza e la sicurezza del patrimonio edilizio delle scuole e mira ad intervenire su circa 195 edifici scolastici, per un totale di oltre 410 mila mq, con conseguente beneficio su circa 58 mila studenti e una riduzione del consumo di energia finale di almeno 50 per cento (3,4 Ktep all’anno) che permetterà di raggiungere una riduzione delle emissioni annue di gas a effetto serra pari a circa 8.400 tCO2. Per l’efficientamento degli edifici giudiziari la misura si pone l’obiettivo di intervenire su 48 edifici entro la metà del 2026 efficientando 290.000 mq (con un risparmio pari a circa 2.500 tCO2 e 0,7 Ktep all’anno con conseguente riduzione delle emissioni di 2,4Kt CO2 l’anno).

Efficientamento Energetico e Sismico dell’Edilizia Residenziale Privata e Pubblica

M2C3 – Investimento 2.1 – Ecobonus e Sismabonus fino al 110% per l’Efficienza Energetica e la Sicurezza degli Edifici – stanziamenti previsti pari a 13,95 Mld

Questa linea introduce uQuesta un incentivo temporaneo per la riqualificazione energetica e l’adeguamento antisismico del patrimonio immobiliare privato e per l’edilizia sociale, attraverso detrazioni fiscali per i costi sostenuti per gli interventi.

Si intende estendere la misura del Superbonus 110 per cento recentemente introdotta dal 2021 al 2023. Gli investimenti consentiranno la ristrutturazione di oltre 100.000 edifici a regime, per una superficie totale riqualificata di oltre 36 milioni di metri quadri. Il risparmio energetico atteso dal superbonus è di circa 191 Ktep/anno con una riduzione delle emissioni

Sistemi di Teleriscaldamento

M2C3 – Investimento 3.1 – Sviluppo di sistemi di Teleriscaldamento efficienti – stanziamenti previsti pari a 0,2 Mld

La terza linea di attività è dedicata ai Sistemi di teleriscaldamento, in quanto nell’ambito del mix tecnologico che dovrà garantire il conseguimento degli obiettivi ambientali del prossimo decennio nel settore del riscaldamento e raffrescamento, il teleriscaldamento gioca un ruolo fondamentale.

 

 

 

 

 

Figura ripresa dal documento Italia Domani – Stanziamenti PNRR nell’ambito dell’Efficientamento Energetico e la Riqualificazione degli edifici

Le ultime novità sul PNRR